Il 2019 è certamente l’anno più frizzante dell’ultimo decennio per gli investimenti nel settore alberghiero in Italia.
Ben oltre il primo segnale del trend positivo, già arrivato alla fine dell’anno passato, quando il fondo francese LVMH ha acquistato l’intero gruppo Belmond, proprietario e gestore in Italia di 7 resort per 453 chiavi (il 15% di tutto il portfolio hotel e resort del Gruppo).
Su questa scia, Oaktree ha recentemente concluso un’operazione le cui basi erano state poste già a marzo. Il fondo americano ha acquistato 15 strutture alberghiere, per un totale di 1600 stanze, dal fondo Castello SGR, per una cifra pari a circa 250 milioni di euro. Tra gli immobili acquistati spiccano Fonteverde e Grotta Giusti in Toscana, Chia Laguna in Sardegna e Le Massif, gioiello di recente apertura a Courmayeur.
Rimanendo nel segmento lusso, anche il fondo Elliot, probabilmente il fondo estero con maggiore esperienza in Italia in assoluto, di recente è tornato ad acquistare in Italia.
Dopo aver acquisito il Milan, il fondo statunitense ha acquisito il 100% della Bauer Spa, la società proprietaria, fra l’altro, dello storico Hotel Bauer di Venezia, per 400 milioni di euro. Nel piano di investimento sono stati inseriti anche 100 milioni per la ristrutturazione completa della struttura.
Ha fatto invece segnare un nuovo record il passaggio dell’hotel Capri Palace di Anacapri nelle mani di un fondo di Dubai nel mese di maggio. A Dogus, gruppo turco precedente proprietario della struttura, è andata una cifra pari a 105 milioni di euro, ovvero 1,5 milioni di euro a camera, il valore più alto a camera sino adesso registrato per il 2019.
Diverso, invece, è stato l’investimento operato dagli inglesi di Cain International, che ha finanziato lo sviluppo di due hotel. Il capitale di 120 milioni di euro è andato al gruppo Barletta, per la realizzazione di un nuovo hotel che sarà gestito da Rosewood a Venezia e una struttura a marchio Soho House a Roma.
C’è spazio anche per investimenti più contenuti e per location meno blasonate, come quello effettuato dal fondo americano Bayview. L’operazione riguarda uno storico albergo di Madesimo, l’hotel Cascata e Cristallo, che è stato acquistato per circa 6.9 mln di euro, con investimenti per la riapertura pari a oltre 4 mln secondo recenti rumors.